Blogsters2019

Matera 2019 veste arcobaleno

Nell’anno della cultura, dell’abbattimento di frontiere mentali e convenzioni antiquate, nell’anno della rottura dei confini intestini al nostro territorio e al nostro stesso modo di pensare, tra gli eventi di Matera 2019 c’è anche una rassegna cinematografica LGBT.

Obiettivo Rivoluzione-Il Diritto Di Amare” è l’unica rassegna arcobaleno della città di Matera, giunta ora alla sua quinta edizione e organizzata dall’unica associazione arcobaleno del territorio materano, Risvolta, presente nella città dal 2016 (www.risvoltamatera.wordpress.com / Instagram e Facebook: Risvolta Matera). Pertanto questo appuntamento è un’occasione unica di incontro e dialogo, in un luogo in cui i diritti a fatica vengono concessi, e in un tempo in cui assistiamo ad una preoccupante messa in discussione della libertà e della scelta.

Perché una rassegna cinematografica arcobaleno?

“Il fine della rassegna è anzitutto la sensibilizzazione su certi temi. Infatti per noi il momento fondamentale di ogni appuntamento è l’incontro con l’ospite, o gli ospiti, della serata: un momento di incontro, e perché no, scontro anche, un momento formativo, di crescita e dialogo, che punta proprio a far conoscere e integrare la comunità materana e la comunità LGBT in un ambiente il più variegato possibile, informale e libero. La nostra associazione non è un ghetto chiuso o esclusivo, ma una realtà di accoglienza, non importa il genere o l’orientamento sessuale o l’etnia o la religione. Lo scopo è proprio quello di avere un pubblico più variegato e colorato possibile!”. Così la presidente dell’associazione Risvolta, Vanessa Viziello, descrive l’obiettivo rivoluzionario della rassegna, e continua: “L’associazione vuole, attraverso il cinema, riunire gente diversa affinché ci sia una integrazione naturale e spontanea, e fino ad ora il risultato è stato positivo, anche se si punta sempre a migliorare. Infatti il nostro pubblico è sempre in maggior numero “estraneo” alla comunità LGBT e si avvicina proprio per conoscere o anche curiosare, perché no!”

Ma quali sono i confini della città di Matera alzati nei confronti della comunità LGBT?

“Ovviamente se si parla della sfera privata e familiare, ci sono ancora problemi di accettazione e comprensione dell’omosessualità, e i giovani ne sono le principali vittime. Ma la città, che negli ultimi anni è cambiata e migliorata molto, si mostra per lo più accogliente, in particolar modo nella sua componente giovane. Il confine principale forse è quello che le persone LGBT stesse qualche volta alzano, per paura di essere rifiutate forse, nascondendosi ed impedendo in un certo qual modo che la realtà Rainbow diventi conosciuta, e si palesi a tutti i cittadini che non c’è alcun rito satanico o perversione demoniaca dietro un arcobaleno.”

Dunque perché è importante valorizzare iniziative di apertura sui temi LGBT? Ad alcuni potrebbero sembrare problemi ormai superati ed inutili, ma in un Europa sempre più chiusa e confinata da frontiere culturali (ultimo esempio il caso di Plovdiv) è importante prendere una posizione a sostegno della libertà, della libera espressione e del libero amore.

Non c’è molto altro da aggiungere, segnate le date sui vostri calendari o smartphone e partite alla coperta di un mondo colorato e vivo e libero!

I cinque appuntamenti della rassegna:

Il primo incontro con il giovane grafico materano Luca Staffieri, che ha curato il progetto grafico della rassegna per il 2019, e lo psicologo Piero Caforio. Proiezione del film “Chiamami col tuo nome” del regista Luca Guadagnino; MERCOLEDÌ 10 APRILE

Incontro con lo psicologo e psicoterapeuta Francesco Morgese sul conflitto interiore e l’accettazione. Proiezione del film norvegese “Thelma” (film scelto per rappresentare la Norvegia ai premi Oscar 2018); GIOVEDÌ 18 APRILE

Incontro dedicato ai giovani, ospiti gli studenti materani, in collaborazione con la CPS (Consulta Provinciale Studentesca. Proiezione del film “Tuo Simon” del regista Greg Berlanti; MERCOLEDÌ 24 APRILE

Incontro con Andrea Di Serio, make up artist, e Pasqua Manfredi, avvocatessa della rete Lenford (avvocatura per i diritti LGBTI). Proiezione del film “Zen sul ghiaccio sottile”; GIOVEDÌ 2 MAGGIO

Incontro, in collaborazione con l’associazione MoM (mamme materane all’opera), con karole Di Tommaso, regista del film “Mamma + Mamma” proiettato per l’occasione, e Alessia Arcolaci, giornalista, nonché compagna della regista e con lei mamma di Leon (ospite d’onore). GIOVEDÌ 9 MAGGIO

Federica Debernardis

*gli incontri si tengono presso Burbaca-Burger Bakery Cafe, via xx settembre 14, alle ore 19.30; i film vengono proiettati presso il Cinema Piccolo alle 17.30 e 21.30